DE ROSA È QUINTO AL WSSP DI BURIRAM CON LA SUA Mv AGUSTA, FULIGNI SCIVOLA

mail-1778-3-png.jpeg

Il Chang International Circuit di Buriram ha ospitato oggi la seconda gara del campionato mondiale Supersport in una giornata molto calda e soleggiata. Nella Superpole di ieri Raffaele De Rosa era stato autore di un’ottima prestazione, che gli aveva permesso di conquistare il quinto posto e di conseguenza la seconda fila sulla griglia di partenza della gara odierna. Pur impegnandosi al massimo assieme al suo staff tecnico, purtroppo Federico Fuligni nelle prove non è riuscito a risolvere alcuni problemi di assetto che lo hanno rallentato e non gli hanno permesso di andare oltre il ventesimo posto in Superpole. Oggi ha preso il via dalla settima fila. De Rosa scattava bene allo spegnersi del semaforo, ma in seguito veniva superato da alcuni piloti ed al quinto giro transitava in ottava posizione. Raffaele incrementava il suo ritmo e girando con gli stessi tempi dei primi recuperava sino al quinto posto finale. Sfortunata la gara di Fuligni. La sua partenza non era stata molto veloce, ma nei giri seguenti Federico risaliva la classifica sino alla quindicesima posizione, quando era purtroppo vittima di una scivolata nel corso del penultimo giro, causata da un sasso che ha bucato il radiatore della sua MV Agusta F3 675 ed ha causato la fuoriuscita del liquido di raffreddamento, che è finito sulla ruota posteriore di Fuligni. Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Supersport è previsto nel weekend del 5-7 aprile al Motorland Aragon nei pressi di Alcaniz, in Spagna. Raffaele De Rosa: “Il nostro obiettivo è quello di stare con i primi e lottare per la vittoria e oggi siamo arrivati a pochi secondi dal podio. Ho perso alcune posizioni all’inizio e nei giri successivi ho cercato di recuperare ma giravo con gli stessi tempi dei primi, senza riuscire a raggiungerli. La squadra ha lavorato molto quest’inverno perché la mia moto è migliorata molto, ma ovviamente anche i nostri avversari hanno fatto lo stesso. Nelle prossime gare dobbiamo sfruttare il potenziale della nostra moto e lottare per vincere. Grazie al mio team per il lavoro svolto qui a Buriram e grazie ai nostri sponsor che non ci fanno mai mancare il loro supporto”. Federico Fuligni: “Sono scivolato al penultimo giro, ma erano già alcuni giri che la moto aveva poca aderenza e rischiavo di cadere. I miei tecnici hanno poi rilevato che è stato un sasso a bucare il mio radiatore e a causare la mia caduta. Questa mattina nel warm up abbiamo migliorato l’assetto della nostra moto, ma poi in gara, probabilmente per la temperatura più alta dell’asfalto, la moto non è stata altrettanto performante. Non sono partito bene e questa è una cosa che devo migliorare, ed in seguito non ho trovato il ritmo adatto per recuperare tante posizioni quante avrei voluto. Un weekend difficile. Cercherò di fare decisamente meglio nel prossimo appuntamento di Aragon. Voglio ringraziare la mia squadra che ha lavorato molto per me”.

mail-1778-1-png.jpeg

Annunci