LA DAKAR COMPIE 40 ANNI: PARTE OGGI L’EDIZIONE 2018

In partenza da Lima, Perù, 337 equipaggi. Tanti i “big” dei rally, da Loeb a Hirvonen. Mancano ormai poche ore al via dell’epica Dakar 2018, la gara in fuoristrada per eccellenza, che durerà fino al 20 gennaio: la quarantesima edizione della corsa partirà da Lima (Perù) e farà 14 tappe, sparse su quasi 9 mila chilometri. Dal 2009 la Dakar non si corre più fra Europa e Africa, ma solo in Sudamerica: i 337 equipaggi partecipanti che proveranno ad arrivare al traguardo finale, a Cordoba, dovranno passare attraverso Perù, Bolivia e Argentina. Un rally serrato, che metterà a durissima prova 190 fra moto e quad, 105 auto e 42 camion, tutti dotati di Gps e componenti meccaniche rinforzate per sopportare le estreme sollecitazioni meccaniche. I mezzi dovranno affrontare il Salar de Uyuni – un enorme deserto di sale – e gli altipiani della Bolivia. Sarà il canale Eurosport a garantire la copertura televisiva dell’evento, con un doppio appuntamento: alle 23 e alle 1,30, con highlight, cronache e approfondimenti. La vittoria fra i veicoli a 4 ruote se la contenderanno probabilmente le squadre di Peugeot e Mini: i francesi hanno trionfato nel 2017 con il pluricampione Peterhansel. “Questa sarà la nostra ultima Dakar e vorremmo chiudere la nostra cavalcata nei rally raid con un acuto – ha recentemente riferito Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport – ma la cosa più difficile dopo aver vinto è farlo ancora”. Per il costruttore parigino sarebbe il terzo successo consecutivo dopo le quattro vittorie di fine Anni 80. Quest’anno a guidare la Peugeot 3008 Dkr Maxi (2 ruote motrici) oltre a Peterhansel, ci saranno Sebastien Loeb, nove volte campione del mondo di rally, Carlos Sainz e Cyril Despres, plurivincitore della Dakar in moto.

2017-dakar-rally-preview-motorcycles-1

Mini invece si affiderà alle sapienti mani del team X-Raid: la marca del gruppo BMW ha fatto faville nelle edizioni dal 2012 al 2015; quest’anno, accanto alle campionesse Mini Jcw 4×4 ci sarà anche un’inedita Buggy a trazione posteriore condotta fra gli altri da Mikko Hirvonen, pilota del mondiale rally. Occhi puntati anche sulla squadra Toyota Gazoo con le nuove Hilux: alla guida per il colosso nipponico niente meno che Nasser Al-Attiyah, il “principe del deserto”, due volte vincitore del Rally Dakar nella categoria auto (2011 e 2015). Questa sarà peraltro l’ultima stagione prima che il regolamento della gara cambi radicalmente (e questo spiega l’addio di Peugeot): dal prossimo anno le vetture delle categorie di punta che parteciperanno alla Dakar dovranno obbligatoriamente essere equipaggiate delle 4 ruote motrici, con motore a benzina dalle specifiche tecniche uguali per tutti. Rimarrà comunque presente la categoria dei buggy a 2 ruote motrici.

dakar-rally-2018-winners-m.jpg

Ecco il calendario della Dakar 2018 con tutte le tappe e i chilometri previsti

  • 1ª tappa, sabato 6 gennaio: Lima-Pisco (Perù), 271 km di cui 31 di prova speciale;
  • 2ª tappa, domenica 7 gennaio: Pisco-Pisco (Perù), 278 km di cui 267 di prova speciale;
  • 3ª tappa, lunedì 8 gennaio: Pisco-San Juan de Marcona (Perù), 502 km di cui 295 di prova speciale;
  • 4ª tappa, martedì 9 gennaio: San Juan de Marcona-San Juan de Marcona (Perù), 444 km di cui 330 di prova speciale;
  • 5ª tappa, mercoledì 10 gennaio: San Juan de Marcona-Arequipa (Perù), 932 km di cui 267 di prova speciale;
  • 6ª tappa, giovedì 11 gennaio: Arequipa-La Paz (Bolivia), 758 km di cui 313 di prova speciale;

venerdì 12 gennaio: giornata di riposo a La Paz (Bolivia);

  • 7ª tappa, sabato 13 gennaio: La Paz-Uyuni (Bolivia), 726 km di cui 425 di prova speciale;
  • 8ª tappa, domenica 14 gennaio: Uyuni-Tupiza (Bolivia), 584 km di cui 498 di prova speciale
  • 9ª tappa, lunedì 15 gennaio: Tupiza-Salta (Argentina), 754 km di cui 242 di prova speciale;
  • 10ª tappa, martedì 16 gennaio: Salta-Belen (Argentina), 795 km di cui 372 di prova speciale;
  • 11ª tappa, mercoledì 17 gennaio: Belen-Fiambala/Chilecito (Argentina), 746 km di cui 280 di prova speciale;
  • 12ª tappa, giovedì 18 gennaio: Fiambala/Chilecito-San Juan (Argentina), 791 km di cui 522 di prova speciale;
  • 13ª tappa, venerdì 19 gennaio: San Juan-Cordoba (Argentina), 927 km di cui 368 di prova speciale;
  • 14ª tappa, sabato 20 gennaio: Cordoba-Co

rally-dakar-2018-sam-sunderland.jpg

Annunci